Greppi

La Redazione incontra il Punto Luce

Postato il

12373290_1692382104317813_1252362016729407724_n

Venerdì 20 novembre 2015 la Redazione dell’Istituto CAPAC Greppi ha partecipato all’inaugurazione del Punto Luce di Piazzetta Capuana a Quarto Oggiaro.
E’ stato un pomeriggio pieno di attività: abbiamo giocato con bambini e ragazzi del quartiere, visto un video sulle attività sociali ed educative che si svolgono a Quarto Oggiaro, cercato di capire qualcosa di più sul progetto facendo qualche intervista.
Che cos’è il Punto Luce?
Il Punto Luce è un centro educativo e di aggregazione che propone attività per tutte le età. La mattina le mamme possono partecipare ai corsi di: italiano, cucina e cucito.
Nel pomeriggio lo spazio è aperto ai giovani dai 6 ai 16 anni per: supporto scolastico, corsi video, rap, cucina e falegnameria. In breve: al Punto Luce ognuno può scoprire o sviluppare le sue abilità!
L’obiettivo principale del Punto Luce, progetto promosso a livello nazionale da Save the Children e realizzato a Milano in collaborazione con le ACLI cittadine e regionali, è infatti il contrasto alla povertà educativa.

10334334_1692382197651137_5332350549308135606_n.jpg

All’inaugurazione erano presenti Valerio Neri di Save The Children, la coordinatrice del centro, ed ex insegnante del CAPAC, Enrica Bonino, l’educatore Aaron Paradiso, Gianluca Alfano, coordinatore di Spazio Agorà, l’Assessore del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino che ha parlato di come il Punto Luce influirà positivamente sul territorio di Quarto Oggiaro.
Il pomeriggio si è concluso con un aperitivo alla cui organizzazione abbiamo partecipato anche noi della Redazione di Semi di comunità e con uno spettacolo musicale con i ragazzi del corso di rap. Un ringraziamento speciale è stato dedicato alla Redazione e noi, a nostra volta, ringraziamo tutti coloro che rispondendo alle nostre domande hanno reso possibile scrivere questo articolo. Grazie!

La Redazione.

12376468_1692382230984467_1232376963677136145_n

 

 

il Capac di via Amoretti e Semi di comunità insieme a Fa’ la cosa giusta 2015

Postato il

11071413_1612393692316655_1379720200986707662_n

Quest’anno a Fa’ la Cosa Giusta c’era anche il Capac!

Noi ragazzi della Red-Azione con l’aiuto di altri compagni, coinvolti per l’occasione, siamo stati sempre presenti allo stand della scuola durante i tre giorni di fiera. Ci siamo organizzati in turni per distribuire volantini, illustrare il progetto Semi di comunità, accogliere i visitatori e offrir loro dolci e stuzzichini preparati da noi nei laboratori della scuola.

Nel nostro stand si sono anche tenuti dei laboratori, aperti al pubblico e alle altre scuole, di pasticceria, pasta fresca, stili di vita consapevoli. Il sabato si è tenuto il primo gruppo del Job Club, un nuovo spazio della sede di via Amoretti dedicato a chi sta cercando lavoro e, soprattutto, abbiamo ufficialmente presentato la bicicletta che ci consentirà nelle prossime settimane di distribuire le cassette sociali ad alcune famiglie del quartiere.

Avevamo anche una radio-web con la quale abbiamo registrato la cronaca di queste giornate, che sono state divertenti, coinvolgenti e anche impegnative.E’ stata un’occasione per cercare di capire cosa vuol dire fare la cosa giusta e in quali ambiti è possibile trovare delle proposte solidali e eque: nella cultura, nell’alimentazione, nel vestiario, nel turismo, nella comunicazione. Soprattutto, per noi ragazzi è stata un’occasione per conoscersi meglio e fare nuove esperienze.

Al prossimo anno!

la Red-Azione

JobClub – saper fare rete per entrare nel mondo del lavoro

Postato il

Volantino_Job_Fronte_EsecCon il primo momento realizzato a Fa’ la cosa giusta 2015, sono stati avviati gli incontri di gruppo del JobClub, l’azione di Semi di Comunità dedicata a chi vuole entrare o rientrare nel mondo del lavoro.

Gli incontri sono dedicati infatti sia a chi sta per concludere il proprio percorso formativo sia a coloro che, pur avendo già delle esperienze lavorative, sono al momento inoccupati.

Obiettivo principale degli incontri sarà, da una parte, l’acquisizione di competenze e strumenti concreti e specifici da utilizzare nella ricerca attiva di lavoro, dall’altra, altrettanto importante, lo sviluppo di capacità di creare connessioni, valorizzare il proprio capitale sociale, ampliare e arricchire la propria rete professionale.

Gli incontri si svolgeranno da marzo a maggio presso la sede Capac di Milano di via Amoretti 30.

La partecipazione è gratuita.

Per informazioni: 0236601403.

 

Chi fa da sé fa per tre!

Postato il Aggiornato il

La Fondazione CAPAC, partner del nostro progetto, quest’anno partecipa a Fa’ la Cosa Giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che si prepara a vivere la sua dodicesima edizione dal 13 al 15 marzo 2015.

Fa’ la cosa giusta! ha come obiettivo quello di diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale.flcg

In particolare, presso lo stand del CAPAC, sono previsti per venerdì 13 e sabato 14 tre laboratori di autoproduzione dal titolo Chi fa da sé fa per tre!, in cui gli studenti insegneranno ai ragazzi di alcune classi delle scuole medie e superiori come produrre da soli dell’ottimo sale alle erbe con pochi e semplici ingredienti.

Sabato mattina invece presso lo stand si svolgerà un incontro di gruppo del Jobclub, lo spazio avviato all’interno della sede di via Amoretti e aperto a chi vuole rafforzare il proprio percorso e le proprie reti professionali.

Durante la tre giorni della Fiera gli studenti coinvolti nel progetto parteciperanno alla realizzazione di una trasmissione di webradio e alla costruzione di una delle due biciclette che saranno utilizzate nei prossimi mesi per la distribuzione delle cassette sociali a Quarto Oggiaro.

Infine, chi ci passa a trovare potrà assaggiare i gustosi spuntini preparati dai ragazzi per l’occasione.

Vi aspettiamo!

 

Greppi Day per tutte le età!

Immagine Postato il

La pioggia non ha fermato il Greppi Day, la festa che si è tenuta nel pomeriggio di giovedì 22 maggio all’istituto Greppi – CAPAC a Quarto Oggiaro.  Tra le tante iniziative del progetto Semi di comunità, sono stati presentati i laboratori sugli stili di vita sostenibili a cui hanno partecipato alcune classi dell’istituto nei mesi di aprile e maggio. Così, durante la festa i partecipanti hanno imparato a preparare il sale aromatizzato alle erbe, agli agrumi e al pepe, e alcuni di loro hanno dato sfogo alla fantasia abbinando i sapori più disparati. Non solo i ragazzi, ma anche mamme e nonne si sono entusiasmate all’idea di preparare qualcosa di gustoso da portare a casa.

Il Greppi Day, dunque, è stato un successo e un’ottima occasione di conoscenza tra i cittadini e le realtà che operano sul territorio.

c 031 c 048

#GreppiDay 22 maggio #stilidivita

Immagine Postato il Aggiornato il

Anche gli studenti che hanno partecipato ai laboratori sugli stili di vita contribuiranno al Greppi Day, la festa che si svolgerà nel pomeriggio di giovedì 22 maggio presso l’istituto. I ragazzi riproporranno ai compagni i temi affrontati nei percorsi e insegneranno a preparare il sale aromatizzato.

 

VI ASPETTIAMO!!!

 

GreppiDay_22 maggio

 

Continuano i laboratori al Greppi di Quarto Oggiaro

Postato il Aggiornato il

Non si è ancora concluso il percorso sugli stili di vita con le due classi di ristorazione dell’Istituto Greppi – CAPAC, che già ne è partito un altro. Questa volta, affrontiamo il tema della sostenibilità insieme a un piccolo gruppo di ragazzi diversamente abili che frequenta i corsi di cucina. Ancora una volta le parole chiave sono stagionalità, filiera e autoproduzione e insieme abbiamo riflettuto sui nostri comportamenti quotidiani e sul loro impatto sul pianeta. Dopo aver capito quanto i nostri gesti più banali, come fare la spesa o la raccolta differenziata, possono incidere sull’ambiente, abbiamo constatato che comprare frutta e verdura di stagione è la scelta migliore tanto per la nostra salute quanto per ridurre l’inquinamento. Infine, a partire dalla panna fresca abbiamo prodotto dell’ottimo burro da spalmare sul pane insieme alla marmellata per gustarci una buona merenda “autoprodotta”.

???????????????????????????????

 

DSC00018

???????????????????????????????