laboratori

Sostenibilità in Rsa

Postato il Aggiornato il

La residenza per anziani di via Pascarella apre le porte al progetto Semi di Comunità con un ciclo di laboratori rivolto agli ospiti della struttura. Si terranno, infatti, quattro incontri sul tema dell’autoproduzione, per ricordare il valore delle cose fatte da noi, per condividere storie e ricordi e per riappropriarci dell’arte del fare.IMG-20150423-WA0003

Giovedì 23 aprile si è già svolto il primo incontro, che ha coinvolto un piccolo gruppo di nonni e nonne  nella produzione del burro. Insieme, poi, abbiamo gustato un’ottima merenda e approfittato dell’occasione per chiacchierare un po’ con loro e farci raccontare qualche ricetta del passato.

L’autoproduzione sarà protagonista anche dei prossimi incontri: coltiveremo alcune piante aromatiche nelle cassette della frutta,  riscopriremo tanti modi per usarle e impareremo a riutilizzare i tappi di bottiglia, che di solito finiscono nella spazzatura, per creare dei portafoto.

Chi fa da sé fa per tre!

Postato il Aggiornato il

La Fondazione CAPAC, partner del nostro progetto, quest’anno partecipa a Fa’ la Cosa Giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che si prepara a vivere la sua dodicesima edizione dal 13 al 15 marzo 2015.

Fa’ la cosa giusta! ha come obiettivo quello di diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale.flcg

In particolare, presso lo stand del CAPAC, sono previsti per venerdì 13 e sabato 14 tre laboratori di autoproduzione dal titolo Chi fa da sé fa per tre!, in cui gli studenti insegneranno ai ragazzi di alcune classi delle scuole medie e superiori come produrre da soli dell’ottimo sale alle erbe con pochi e semplici ingredienti.

Sabato mattina invece presso lo stand si svolgerà un incontro di gruppo del Jobclub, lo spazio avviato all’interno della sede di via Amoretti e aperto a chi vuole rafforzare il proprio percorso e le proprie reti professionali.

Durante la tre giorni della Fiera gli studenti coinvolti nel progetto parteciperanno alla realizzazione di una trasmissione di webradio e alla costruzione di una delle due biciclette che saranno utilizzate nei prossimi mesi per la distribuzione delle cassette sociali a Quarto Oggiaro.

Infine, chi ci passa a trovare potrà assaggiare i gustosi spuntini preparati dai ragazzi per l’occasione.

Vi aspettiamo!

 

Sono tornati i laboratori al CAPAC

Postato il

Mercoledì 26 ottobre è iniziato il secondo ciclo di laboratori che coinvolge i ragazzi di tre classi del CAPAC Amoretti, a Quarto Oggiaro.  Il percorso di quest’anno, riprendendo il tema3 della sostenibilità già affrontato lo scorso anno, ha lo scopo far sperimentare ai ragazzi l’orticoltura urbana.

Il primo incontro è stato dedicato a una mappatura del quartiere per cercare di capire insieme quali sono i nostri punti di riferimento e quali sono i luoghi di aggregazione che mancano e che, come ragazzi di Quarto, vorremmo che ci fossero. Nei prossimi incontri scopriremo come anche un orto può essere un modo per prendersi cura del proprio quartiere e vivere in modo sostenibile. Nel cortile della scuola, infatti, sono stati messi a disposizione delle tre classi alcuni cassoni per iniziare a coltivare un piccolo orto i cui prodotti potranno essere utilizzati dai ragazzi nei laboratori di cucina.

Questo primo incontro è stato un’introduzione, ma già dalla settimana prossima cominceremo a lavorare concretamente con i nostri cassoni decorandoli e iniziando a piantare alcune verdure!

 

I ragazzi di Fuoriclasse alla ricerca di nuovi stili di vita

Postato il Aggiornato il

Venerdì 20 giugno il gruppo di bambini e ragazzi di Fuoriclasse ha partecipato a una caccia al tesoro nel parco di villa Scheibler, alla ricerca di uno stile di vita più sostenibile. Tre sono state le tappe fondamentali: la raccolta differenziata, lo spreco alimentare e l’impronta ecologica. Nella prima sfida i ragazzi hanno collaborato per suddividere nei giusti contenitori i rifiuti di plastica, carta, vetro e metallo che erano stati mescolati in un grosso sacco;  poi, in una gara tutti-contro-tutti si sono riempiti i piatti di cibo per poi capire che è meglio scegliere bene quello che si vuole mangiare per evitare inutili sprechi. Nella terza e ultima tappa si è ragionato sulle azioni quotidiane, dallo spegnere le luci prima di uscire all’andare a scuola in bicicletta, per scoprire quanto le nostre vite incidono sulla natura e sulla vita del Pianeta.

Infine, i ragazzi hanno visitato il giardino vicino allo spazio Baluardo in compagnia di Anna, la responsabile che ogni giorno si prende cura di fiori e piante. A tutti sono stati regalati alcuni semi: un piccolo segno di cui prendersi cura per fare bene alla nostra Terra.

5a

Laboratori anche per i più piccoli

Immagine Postato il

In queste settimane si sono svolti presso lo Spazio Agorà alcuni laboratori rivolti alle mamme e ai bambini di Orso Bruno per imparare a vivere in modo più sostenibile partendo dalle scelte di tutti i giorni. I bambini hanno potuto giocare con i semi, annusare i profumi e vedere i colori della natura. Insieme alle mamme hanno preparato il sale aromatizzato ed è bastata un po’ di panna fresca e qualche pentolino per trasformarsi in grandi cuochi. Con la panna, infatti, è stato prodotto dell’ottimo burro che, spalmato sul pane con un po’ di marmellata, ha costituito una squisita merenda a km zero.

Così, i piccoli hanno sperimentato nuovi sapori e scoperto quanto sono buoni i cibi preparati con le loro mani! Le mamme, invece, hanno sfruttato questa occasione per confrontarsi fra loro sulla spesa della famiglia e sulle ricette più buone da realizzare in casa.

014

021

20140520_100447

20140520_101418

#GreppiDay 22 maggio #stilidivita

Immagine Postato il Aggiornato il

Anche gli studenti che hanno partecipato ai laboratori sugli stili di vita contribuiranno al Greppi Day, la festa che si svolgerà nel pomeriggio di giovedì 22 maggio presso l’istituto. I ragazzi riproporranno ai compagni i temi affrontati nei percorsi e insegneranno a preparare il sale aromatizzato.

 

VI ASPETTIAMO!!!

 

GreppiDay_22 maggio

 

Continuano i laboratori al Greppi di Quarto Oggiaro

Postato il Aggiornato il

Non si è ancora concluso il percorso sugli stili di vita con le due classi di ristorazione dell’Istituto Greppi – CAPAC, che già ne è partito un altro. Questa volta, affrontiamo il tema della sostenibilità insieme a un piccolo gruppo di ragazzi diversamente abili che frequenta i corsi di cucina. Ancora una volta le parole chiave sono stagionalità, filiera e autoproduzione e insieme abbiamo riflettuto sui nostri comportamenti quotidiani e sul loro impatto sul pianeta. Dopo aver capito quanto i nostri gesti più banali, come fare la spesa o la raccolta differenziata, possono incidere sull’ambiente, abbiamo constatato che comprare frutta e verdura di stagione è la scelta migliore tanto per la nostra salute quanto per ridurre l’inquinamento. Infine, a partire dalla panna fresca abbiamo prodotto dell’ottimo burro da spalmare sul pane insieme alla marmellata per gustarci una buona merenda “autoprodotta”.

???????????????????????????????

 

DSC00018

???????????????????????????????

Sostenibilità e autoproduzione al Greppi

Postato il Aggiornato il

Mercoledì 2 aprile sono iniziati i laboratori che coinvolgono una cinquantina di ragazzi appartenenti a due classi di ristorazione dell’Istituto Greppi – CAPAC, a Quarto Oggiaro. Insieme vogliamo riflettere sulla sostenibilità e sulle parole chiave che le ruotano attorno: filiera, autoproduzione, stagionalità.

Che cosa significa sostenibilità? Da questa parola è partito un percorso che invita i ragazzi a prendere consapevolezza dell’importante ruolo che ciascuno di noi svolge nel mondo come consumatore. Infatti, le scelte che facciamo al supermercato non incidono solo sul nostro portafogli, ma soprattutto sulla nostra salute e, in un’ottica più globale, sul nostro pianeta, che dobbiamo impegnarci a rispettare e proteggere.
Attraverso alcuni giochi di ruolo sono emersi i criteri che comunemente ci guidano nella scelta dei prodotti alimentari che compriamo e quelli di cui, invece, non siamo abituati a tenere conto. Così sono stati evidenziati i valori della stagionalità, della filiera corta e della giustizia sociale nei confronti dei produttori. Insieme abbiamo anche riscoperto l’utilità e la bellezza dell’autoproduzione realizzando in classe il sale aromatizzato e il burro, che gli studenti potranno usare durante le lezioni di cucina.

Resta soltanto un incontro ancora da svolgere, nel quale i ragazzi visiteranno gli orti collettivi dei condomini di via Pascarella e conosceranno le persone che hanno deciso di “sporcarsi le mani” insieme per coltivare prodotti sani e a km zero!

IMG-20140415-WA0001

IMG-20140415-WA0000